Comunicati

IL MOVIMENTO SOCIALE FIAMMA TRICOLORE PRECISA:

PRESIDENZA DEL COMITATO CENTRALE
Largo Rosolino Pilo, 14 Catania
 
IL MOVIMENTO SOCIALE FIAMMA TRICOLORE
PRECISA:
 
il 18 settembre 2021, arbitrariamente il Componente la Segreteria Nazionale Umberto Leo ha avuto l’ardire e la tracotanza di disporre l’autoconvocazione del Comitato Centrale per il giorno 10/10/2021 alle 23:59 in via telematica, precisando che le votazioni si esprimono dalle ore 18:00 di giovedì 7 ottobre alle ore 22:59 del 10\10\21, fissando i seguenti punti all’ordine del giorno:
1 – surroghe Russo e Dal Pan
2 – approvazione e relazione del SN
3 – Ratifica provvedimento decadenza Sgromo e altri
4 – Ratifica bilancio 2020
5 – varie ed eventuali
 
Alla chiusura delle grottesche votazioni avevano votato con una votazione di adesione telematica predisposta dai manovratori precisamente:
 
1 – Peterlongo componente C.C. e Segreteria Nazionale voto7/10/21
2 – Pontonio Segreteria Nazionale 7/10/21
3 – Pignatelli Comitato Centrale 7/10/21
4 – Alessandrini Comitato Centrale 8/10/21
5 – Francescon Consigliere Segreteria 8/10/21
6 – Farinazzo Consigliere Segreteria 8/10/21
7 – Zolla Segreteria Nazionale 9/10/21
8 – Castelli Ufficio Presidenza 9/10/21
9 – Targa C.C. ore 11:27 10/10/21
10 – Tamburin C.C. 11:47 10/10/21
 
Pertanto, 5 componenti C.C., Peterlongo, Pignatelli, Alessandrini, Targa e Tamburin, 4 componenti la Segreteria Nazionale, oltre a Peterlongo anche lui componente la Segreteria Nazionale e C.C. già citato.
In definitiva, emerge il totale fallimento dell’arbitraria convocazione da parte del componente la Segreteria Leo, dimostrando che oltre a non sussistere il 50% (al momento della convocazione né successivamente) dei componenti del Comitato Centrale, Attilio Carelli, già dimesso e raggiunto da tre mozioni di sfiducia regolarmente approvate, viene appoggiato solamente dal predetto sparuto drappello e si aggrappa volendo entrare dalla finestra all’assurda nomina di Reggente.
In definitiva 10 votanti per cui attorno a Carelli vi è attualmente il deserto e un piccolo orticello.
Guarda caso, i 10 hanno votato anche per pretesi altri punti non previsti nell’ordine del giorno; manca il Presidente, il segretario nascondendosi gli agenti provocatori e prevaricatori.
E’ chiara la volontà di portare avanti comportamenti conflittuali e settari da parte dei manovratori allorché dovremmo organizzare insieme il prossimo Congresso Nazionale.
A questo punto è bene precisare che allorché componenti del C.C. chiedono l’auto convocazione hanno il dovere di inviare al Presidente C.C. la richiesta , e ove sussiste il 50%, dei componenti C.C. lo convoca sui punti all’ordine del giorno indicati.
Veramente inqualificabile è la dichiarazione di Attilio Carelli in data 12/10/2021 ore 17,00 con la quale ringrazia i 10 votanti .
E’ appena il caso di rilevare che il Comitato Centrale è formato da 25 componenti e la Segreteria Nazionale conta con tutti gli altri 19 componenti onde è stato abbandonato dai suoi fiduciari.
Particolarmente grave è quanto affermato che “Fiamma Tricolore ha partecipato sotto mio ordine con decisione a tutte le manifestazioni contro il passaporto verde e il progetto mondialista”, stante che nessuno del nostro Movimento vi ha mai partecipato.
Attilio Carelli non ha più interesse al Movimento per cui fa dichiarazioni pregiudizievoli nel momento storico in cui ci troviamo, per quanto potrebbe accadere.
AUTONOMIA DEL COMITATO CENTRALE
L’autonomia del Comitato Centrale che si mantiene comporta che solo i componenti del C.C. hanno diritto al voto mentre quelli della Segreteria Nazionale nominati dal Segretario Nazionale non possono pretendere tale diritto al voto, come già peraltro, deliberato ad abundantiam e confermato dal Comitato Centrale avendo solo la facoltà di partecipare con diritto di parola. A chi come Attilio Carelli Segretario decaduto e dimissionario, con il drappello (5) Componenti della Segreteria Nazionale pretendono il diritto al voto e pertanto di gestire il Comitato Centrale rispondiamo che sono fuori dal mondo.
E’ come se il Capo del Governo pretendesse che Ministri e Sottosegretari abbiano diritto di voto in Parlamento.
Le dimissioni di Attilio Carelli hanno comportato l’azzeramento della sua Segreteria Nazionale, per cui logicamente e rettamente gli altri non si sono pronunziati, né hanno partecipato alla predetta, inqualificabile sceneggiata.
 
Catania 12/10/21
 
Francesco Condorelli Caff Presidente C.C.
Pino Manoli Segretario Nazionale Reggente

ORIGINALE : PAGINA 1 PAGINA 2

I Tranelli del Sistema

Come spesso accade, si è caduti nel tranello del sistema, dell’antifascismo militante e del progressismo più subdolo, e si è sfociati dalla rivendicazione alla violenza, quella che ha dato fiato a coloro che non aspettano altro che la nostra parte politica e il nostro retaggio culturale cessino di esistere e di essere rappresentati. Ribadiamo la nostra contrarietà alle misure prese da questo governo, ma anche, ora e sempre, ad ogni forma di violenza! .Gli argomenti saranno SEMPRE le nostre armi, e non offriremo agli avversari di sempre alcun alibi che gli consenta di tapparci la bocca. Liberi, coerenti, missini.

Ufficio Stampa Movimento Sociale Fiamma Tricolore

Decadenza di Attilio Carelli da segretario nazionale del MSFT

Il Comitato Centrale, massimo Organo di governo del MSFT svoltosi il 6 ottobre u.s., ha votato all’ unanimità la decadenza di Attilio Carelli ed ha nominato alla reggenza della segreteria nazionale Giuseppe Manoli. Il neo Segretario Nazionale Reggente, Giuseppe (detto Pino) Manoli, ha 59 anni, ricopre incarichi dirigenziali da 10 anni; missino dagli anni ’70, ha concorso alle elezioni nazionali del 2018 come Capolista alla Camera dei Deputati. Al neo Segretario Nazionale Reggente sono giunti gli auguri di buon lavoro dal Presidente del Comitato Centrale Franco Condorelli e da tutta la comunità missina.

F.to Comitato Centrale MSFT